La cosa più importante – The most important thing

Di: giusepe

Feb 9 PM

Categoria: Life

2 commenti

Dalla prima foto nell’angolo in alto a sinistra all’ultima in fondo a destra, ne è passato di tempo.

Da quando cioè, dopo quel fatidico 8 febbraio 2003 passato alle cronache per il mio “pestaggio” di piede a Lucija e il suo “Sorry un cazzo!” in risposta, passavamo giovedì indimenticabili nei peggiori locali notturni di Firenze e siamo finiti, dopo l’altrettanto famoso 15 settembre 2008, giorno del mio addio a Firenze, a trascorrere serate in un posto sempre nuovo a Bangkok. In una Bangkok in cui viviamo ormai da quasi 3 anni.

Nel mezzo, c’è tutta la nostra storia insieme. Io in pizzetto e Peugeot 206 rossa parcheggiata sotto la minuscola casa di Lucija in S.Croce, nella quale scopriamo i primi simili gusti musicali fatti di Thievery Corporation  e quel famoso concerto dei Nirvana a cui io non sono mai andato e lei sì. Le varie gite fuori Firenze, alla scoperta di una Toscana e di un Italia, mai vista prima. E, nonostante questo, 3 anni passati senza mai fare una vera vacanza estiva insieme. Le prime volte in Slovenia, io che inizio a studiare la sua lingua, quasi a volerla ripagare per il suo perfetto italiano, Amsterdam, Parigi o anche i semplici viaggi all’Ikea, per tirare su il nostro piccolo regno in Via Vallecchi, numero 8: camino, cotto in terra, travi in vista, ottime cenette, tanto vino e pochi amici, felicità voluta a tutti i costi, a 750 euro di affitto e al costo di non andare troppo d’accordo con mio padre.

Poi Bangkok. A costo di rinunciare a tutto quello che ho messo su in 26 anni di vita, a costo di lasciare famiglia, lavoro, amici, calcetto, le ormai scomode comodità, per quel poco che avevo messo su con Lucija in 5 anni. Quel poco che valeva più della mia vita stessa.

Scoprire un altro me stesso, scoprire l’amore, non quello con la A maiuscola, ma quello che si scrive minuscolo perché non è altro che la cosa più semplice che esiste al mondo. Semplice come un bacio dato tutti i giorni, come il sesso a cui sei arrivato senza che nessuno ti dicesse come farlo, semplice come organizzare un matrimonio, se è semplice che lo vuoi fare. Matrimonio che non diventa necessariamente il giorno più importante della mia vita, ma che ha reso mio padre più importante di quello che avevo sempre pensato. E che diventa il mezzo più importante che ho per dimostrare l’importanza che Lucija ha per me.

Perché tutto ha preso importanza da quando sto con lei, perché la mia stessa vita ha iniziato a prendere importanza da quell’8 febbraio 2003. E capire che non sono i soldi, un lavoro a tempo indeterminato, una casa comprata piuttosto che in affitto, le cose importanti nella vita. Se non c’è qualcuno che le rende importanti, queste cose. Se non c’è qualcuno che rende te stesso importante, nella tua stessa vita.

From the first picture in the top left corner to the last one at the right bottom quite some time has passed.

From when, after that fatal  February 8th 2003 recorded for my “stepping” on Lucija’s foot and her famous reply “Sorry my ass!”  we spent unforgettable Thursday nights in the worst bars of Florence and we arrived, after the  famous 15th September 2008, the day of my farewell to Florence, to pass every night someplace new in Bangkok. The same Bangkok where we have lived for already 3 years.

In the middle, there’s all our story. Me with goatee and a red Peugeot 206 parked under Lucija’s tiny house in S.Croce square, where we discovered our first similarities in musical taste, such as  Thievery Corporation and that famous Nirvana concert that I never got to see and she did. The many trips outside Florence, discovering Tuscany and Italy as I’ve never seen it before. And, despite this, the first 3 years passed without ever spending a summer holiday together. My very first time in Slovenia, when I started to study Slovenian, as if to show her my appreciation for her perfect Italian, and then Amsterdam, Paris or even our small trips to Ikea, to fill up our little kingdom in Via Vallecchi, N°8: a fireplace, floor in terracotta tiles, exposed timbers on the ceiling, great dinners, a lot of wine and a few good friends, happiness at every cost, such as 750 euro for the rent and at the cost not to have a good relationship with my father.

Then Bangkok. At the cost of renouncing all that I put together in 26 years of my life, at the cost of leaving my family, my job, my friends, my football, the by then uncomfortable comforts, for the little that I put together with Lucija in  those 5 years. That little that is worth more than my life itself.

To discover my other self, to discover love, not the capital L kind of love, but the regular one, being it the simplest thing there is in this world. Simple like a kiss you get to give every day, like sex that you got to know without anyone telling you whereabouts, simple like organizing a wedding, if it’s simple that you wish to keep it. Wedding that doesn’t necessarily become the most important day of your life, but that had made my father more important from what I have always thought he was. And that becomes the most important means for me to show the importance Lucija keeps for me.

Because everything started to gain importance since I’ve been with her, because my life itself started to become important since that February 8th 2003. And to understand that it’s not the money, not the permanent job, not the house that you bough instead of renting it, the things that are really important in one’s life. Unless there’s somebody to give the importance to these things. Unless there’s somebody that gives importance to yourself, and to your life itself.

Annunci

2 commenti su “La cosa più importante – The most important thing”

  1. è la più bella dichiarazione d’amore che abbia mai sentito…
    Ho le lacrime agli occhi.
    Grazie… e Buon Anniversario!!!!
    Bacio a te e a Lucija.

  2. Giuseppe,

    vedno, ma res vedno je lepo prebrati tvoj blog. In ko pišeš o Luciji in tebi in vajinem odnosu je čutiti prav posebno energijo. V čast mi je, da sem lahko bil prisoten na vajini poroki! lep pozdrav obena iz daljne slovenije


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: