Un fine settimana coloniale a Hua Hin – A colonial weekend in Hua Hin

Di: giusepe

Feb 4 PM

Categoria: Thailand, Travel

2 commenti

Apertura:f/8
Lunghezza focale:18mm
ISO:100
Otturatore:1/200 s
Fotocamera:Canon EOS Kiss Digital X

Per un tranquillo weekend al mare, a pochi passi da Bangkok, Hua Hin è sicuramente una delle destinazioni migliori.

Fuori dal giro turistico di chi viene in Thailandia soprattutto per le isole del sud, Hua Hin potrebbe risultare addirittura troppo tranquilla, come testimoniano la maggior parte di turisti di età superiore a quella di mio padre. O a quella mia e di Lucija, messe insieme, se preferite. In realtà, non c’è bisogno di essere pensionati per apprezzare Hua Hin, ma non vi aspettate le notti di Bangkok o i locali di Pattaya, ecco.

Quello che penso io è che, se è stata scelta come residenza estiva dalla famiglia reale, sino dai tempi di Rama VI, un motivo ci dovrà pur essere. È proprio dal Maruekhathayawan Palace, fatto costruire da Rama VI in soli 16 giorni a causa dei suoi problemi di salute, che la nostra gita inizia, insieme a 4 studenti di Lucija, interessati a tutto ciò che di architettura coloniale Hua Hin possa offrire. Ed è per lo stesso motivo che ci fermiamo alla graziosa stazione dei treni, tipica di Hua Hin, con quel bianco crema e rosso che l’ha resa una delle mete più fotografate dai turisti thai. E che finiamo il nostro sabato insieme, bevendo tè nella hall del famoso Hotel Sofitel Central, uno dei resort più lussuosi tra gli appartenenti all’alta società thailandese, ottimo esempio di stile coloniale.

Nel mezzo siamo riusciti ad infilare anche una visita a PlearnWan, una specie di città in miniatura ricostruita sotto forma di mercato galleggiante ma senza acqua, piena di negozi con cimeli, posters e dettagli vintage, che tanto va di moda in Thailandia, in questo periodo. Un piacevolissimo posto per famiglie, giovani e per chiunque voglia fare un tuffo nel passato.

Il resto, dalla cena a base di pesce al mercato notturno in Dechanuchit Road di sabato sera fino al pranzo al mare della ventosa e piacevolissima domenica mattina seguente, è quel weekend che, vivendo a Bangkok, uno ogni tanto dovrebbe concedersi.

For a quiet weekend on the seaside, just a short ride from Bangkok, Hua Hin is surely one of the best destinations.

Outside of the classic touristic loop for who comes to Thailand especially for the Southern islands, Hua Hin could appear even too quiet, as testified by most of the tourists older than my father. Or older than me and Lucija put together, if you prefer. Actually, there’s no need to be retired to really appreciate Hua Hin, but, what I mean is, forget the night outs of Bangkok or the bars of Pattaya.

And if it’s been chosen as summer residence by the Royal family, since Rama VI’s period, there must be a good reason to it. It’s right from Maruekhathayawan Palace, built by  Rama VI in only 16 days due his health problem, that our trip begins, together with 4 Lucija’s students, interested in Hua Hin’s colonial architecture. It’s for the same reason that we stop at the gracious train station, characteristic of Hua Hin, with its creamy white and red colors that make it one of the most photographed places among the Thai tourists. And that’s also why we finish our Saturday together, drinking tea at the famous Hotel Sofitel Central, one of the most luxurious resorts known and popular with the high society, a perfect example of colonial style.

In the middle we were also able to visit PlearnWan, a kind of miniature city built as a floating market, only without water, filled with shops with old things, posters and vintage details, that have become so very fashionable in these days in Thailand. A really pleasant place for families, youth and everyone who wants to dive in the past.

The rest, from the fish-based dinner in the Night Market in Dechanuchit Road Saturday night, until the lunch on the beach the next pleasant and windy Sunday morning, is just the weekend that, since living in Bangkok, one should allow himself from time to time.

Annunci

2 commenti su “Un fine settimana coloniale a Hua Hin – A colonial weekend in Hua Hin”

  1. What wonderful news did I just get via Margit. tanti auguri

    • Thanks!
      But why don’t you read the next post instead of this?

      Hope to see you soon…in your new house!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: