Il primo “vero” cliente – My first “real” costumer

Di: giusepe

Apr 6 PM

Categoria: Travel, With-Me

1 Commento

Se c’è ancora qualcuno al mondo che non è al corrente del mio nuovo sito, vuol dire che ancora ci sono molte cose da fare.

Nel frattempo, mi accontento del piccolo successo iniziale, coronato da una piccola festicciola a casa nostra sabato scorso, da 36 “like” su Facebook e da, addirittura, il primo “vero” cliente. Non è esattamente il primo perfetto sconosciuto che arriva dal niente e mi ordina una mappa, ma, allo stato attuale, Štefan, il nostro traduttore di matrimonio, è il primo che si è fatto avanti: andando a Firenze per un giorno, mi ha richiesto, per email, una mappa semplice da poter ordinare e, successivamente, pagare, come vorrei che ogni mio futuro cliente facesse. Prima prova superata.

Adesso viene il difficile. Pubblicizzarsi, farsi conoscere, cercare sponsor, cercare di arrivare a conoscenza della maggior parte delle persone, ma con i limiti che il With-Me pensiero impone. È pensando a tutto questo, in questi giorni, che mi sono quasi dimenticato di aspettare un bambino. Un bambino ancora troppo piccolo e “nascosto” per attirare la mia attenzione, ma al quale, ieri notte, mi sono sentito in dovere di scrivere, nel libretto in cui sto descrivendo la sua prima parte di vita, qualcosa a proposito del mio progetto With-Me:

«…con il quale spero di riuscire a “darti da mangiare”, come si dice in gergo, e attraverso il quale spero di farti conoscere, a modo mio, il mondo in cui arriverai e su cui, un domani, sarai tu a decidere quali strade prendere, tra quelle che io ti ho disegnato.»

If there’s still someone in the world that doesn’t know about my new website, that means that there are still a lot of things to do.

In the meanwhile, I’m happy enough with the first small success, crowned by a small party at our place last Saturday, by 36 “like” in Facebook and even the first “real” costumer. It’s not exactly the first complete stranger coming from nowhere that ordered a map, but, as things stand now, Štefan,  translator at our wedding, is the first who took a step forward: planning to go to Florence for a day, he asked me by email a simple map to order and, subsequently, to pay, as I would like every future customers to do. First step taken.

Now the hardest part is coming. Promotion, letting people know about me, looking for sponsors, trying to arrive to the most people possible, but staying inside the limits that the With-Me philosophy imposes. Thinking about it all, in these days, I was almost forgetting that the baby is on the way aswell. A baby still too little and too “hidden” to draw much of my attention, but to whom, last night, I felt obliged to write, in a small notebook where I write about this first period of his life, something about my With-Me project:

«…with which I hope to be able to “give you to eat”, as it’s usual to say, and through which I hope to let you know, in my own way, the world where you’ll arrive and where, one day, you’ll decide which streets to take, between those that I’ve drawn for you.»

Annunci

Un commento su “Il primo “vero” cliente – My first “real” costumer”

  1. Leggo solo ora, ma vedendo la data, non sarà mica uno scherzo…? Vabbè, non so quanto mi possa costare, ma ora ti mando per mail le mie prossime mete così mi dici se ci vado With Or Without You !!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: