Aspettando il 6 aprile – Waiting for April 6

Di: giusepe

Apr 6 PM

Categoria: Books, Cinema, Italy

Lascia un commento

Ormai mancano 2 giorni al giorno che tanti (sono poi così tanti?) italiani stavano aspettando: il processo a Berlusconi.

Personalmente, sono convinto che poco o niente cambierà, in Italia, dopo il 6 aprile, se non il fatto che, non mi stancherò mai dirlo, chi non vuole essere governato da un Primo Ministro di quel genere, dovrà ancora una volta arrangiarsi. Chi invece è contento di quello che ha e di quello che il governo italiano sta facendo agli italiani e per gli italiani, c’è poco da dire. L’Italia, per chi non se ne fosse accorto, è ormai diventato un paese poco sicuro in cui vivere: niente funzionava prima, ma adesso funziona ancora meno; prima bastava almeno avere un lavoro, adesso non basta più nemmeno quello; i vari tagli e le varie riforme che non fanno altro che retrocedere il paese anziché migliorarlo.

Uno scenario da Animal Farm di George Orwell, che ho appena finito di leggere, in cui “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”. Un libretto di appena 100 pagine che consiglio a tutti di leggere, magari aspettando questo 6 aprile, e a cui consiglio di aggiungere Videocracy, un film del 2009 di Erik Gandini: uno spaccato dell’Italia che gira intorno a Berlusconi, che mi ha lasciato quel senso di paura che solo i film dell’orrore riescono a trasmettere.

There are 2 more days left to the day that many (are there really so many?) Italians were waiting for: the Berlusconi trial or the Rubygate.

Personally, I’m convinced that little or nothing will change in Italy after the 6th April, if not the fact that, I will never get tired of repeating it, who doesn’t want to be governed by such a Prime Minister, will once again have to go along with it. Who instead is happy with what he has and with what Italian Government is doing to and for Italians, there’s nothing left to say. Italy, for whom didn’t realize it, became an unsafe country to live in: nothing worked before, but now it’s working even less; before it was at least enough to have a job, now not even that will do; cuts and reforms are dragging the country backwards rather than forward.

A similar scenario to George Orwell’s Animal Farm that I’ve just finished  reading, where “All the animals are equal but some are more equal than the others“. A small book of 100 pages that I recommend everyone to read, perhaps waiting for this 6th April, adding that to Videocracy, a 2009 movie by Erik Gandini: an overview of Italy and Berlusconi, that left me with the sense of fear that only horror movies can transmit.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: